st. erba di John (Hypericum perforatum) sfondo

Naturale Standard® Monografia Paziente, Copyright © 2016 (). Tutti i diritti riservati. distribuzione commerciale proibito. Questa monografia è destinato solo a scopo informativo, e non deve essere interpretato come specifica consulenza medica. Si consiglia di consultare un operatore sanitario qualificato prima di prendere decisioni sulle terapie e / o le condizioni di salute.

Gli estratti di Hypericum perforatum L. (iperico) sono stati raccomandati tradizionalmente per una vasta gamma di condizioni mediche. L’uso più comune dei nostri giorni di erba di San Giovanni è per la depressione. Gli studi hanno dimostrato l’erba di San Giovanni può essere altrettanto efficace come gli antidepressivi triciclici (TCA) e gli antidepressivi inibitori della ricaptazione della serotonina (SSRI) per lieve a moderata depressione.

Nel complesso, l’evidenza suggerisce erba di San Giovanni può essere efficace per la depressione lieve-moderata. Le prove per la depressione grave rimane poco chiaro.

Chiave per gradi

Depressione (lieve-moderata)

erba di San Giovanni può causare gravi interazioni con i farmaci da prescrizione, erbe o integratori. Pertanto, le persone che utilizzano i farmaci dovrebbero consultare i loro fornitori di servizi sanitari, tra cui un farmacista, prima di iniziare la terapia.

Le dosi di seguito si basano sulla ricerca scientifica, pubblicazioni, uso tradizionale, o perizie. Molte erbe e integratori non sono stati accuratamente testati, e la sicurezza e l’efficacia non può essere provata. Marchi possono essere realizzati in modo diverso, con ingredienti variabili, anche all’interno della stessa marca. Le dosi inferiori potrebbero non essere applicabili a tutti i prodotti. Si consiglia di leggere le etichette dei prodotti, e discutere le dosi con un operatore sanitario qualificato prima di iniziare la terapia.

Per l’ansia, 900 milligrammi di erba di San Giovanni è stata presa per via orale due volte al giorno per diverse settimane.

Per il cancro, 0.05-0.50 milligrammi per chilogrammo di ipericina è stata presa per via orale per un massimo di tre mesi.

Per lieve a moderata depressione, 20-1,800 milligrammi erba di San Giovanni è stata presa per via orale una volta a tre volte per 4-52 settimane. Gli estratti di iperico utilizzati negli studi inclusi WS® 5570, WS 5572, WS 5573, ZE 117, STW 3-VI, STW3, PM235, LoHyp-57, LI 160, estratto forte Psychotonin®, e Hyperforat® ed erano generalmente standardizzato per contenere 0,3% ipericina e 2-5% iperforina.

Per la depressione grave, 900-1,800 milligrammi di erba di San Giovanni (estratti LI 160 e WS® 5570) è stato preso per via orale al giorno per 8-12 settimane.

disturbi somatoformi

Per l’HIV, 0,5 milligrammi per chilogrammo di ipericina è stato assunto per bocca, senza evidenza di beneficio.

Disturbo d’ansia

Per la sindrome dell’intestino irritabile, 450 milligrammi di erba di San Giovanni è stata presa due volte al giorno per 12 settimane, senza il beneficio prove.

La dermatite atopica (eczema)

Per il dolore del nervo, tre 900 microgrammi compresse ipericina sono stati presi per via orale per due periodi di trattamento di cinque settimane ciascuno.

Per il disturbo ossessivo-compulsivo, 450-1,800 milligrammi (standardizzato al 0,3% ipericina) sono stati presi per via orale al giorno per 12 settimane.

ADHD (bambini)

malattie delle ossa

I tumori cerebrali

Per il dolore a causa di sindrome della bocca urente, 300 capsule milligrammi di erba di San Giovanni (contenente ipericina 0,31% e iperforina 3,0%) sono stati presi per bocca tre volte al giorno per 12 settimane.

Per i sintomi della menopausa, erba di 300 milligrammi di San Giovanni (Kira®) è stato preso per bocca tre volte al giorno per 12 settimane e 0,4 mg ipericina gocce (Hyperforat®) è stata presa per via orale al giorno per 12 settimane.

Depressione (bambini)

Per sindrome premestruale (PMS), 300-900 milligrammi erba di San Giovanni (standardizzato al 3,38% iperforina e 0,18% ipericina) o 1.360 microgrammi di ipericina sono state prese per via orale al giorno per due cicli mestruali.

disturbo depressivo (grave)

Per il disturbo affettivo stagionale (SAD), 900 milligrammi e dosi non specificati erba di San Giovanni (LI 160 e Kira®) sono state prese per via orale una volta al tre volte al giorno, con o senza terapia della luce per 4-8 settimane.

erpete

Per smettere di fumare, 300 milligrammi erba di San Giovanni (LI-160 estratto) è stata presa per via orale una volta o due volte al giorno per un massimo di tre mesi e una settimana.

Per fobia sociale, erba di 600-1,800 milligrammi di San Giovanni è stata presa per via orale al giorno per 12 settimane.

Per disturbi somatoformi, 300 milligrammi di erba di San Giovanni (LI 160 estratto) è stata presa per via orale due volte al giorno per sei settimane.

Per la dermatite atopica, 1,5% iperforina (verum) crema è stato usato sulla pelle due volte al giorno per quattro settimane.

Per la psoriasi, l’unguento erba di San Giovanni è stata utilizzata due volte al giorno sulla pelle per quattro settimane.

Per la guarigione delle ferite, erba di 20% di San Giovanni in vaselina è stato usato sulla pelle colpita tre volte al giorno per 16 giorni.

Per l’ADHD, 300 milligrammi di erba di San Giovanni (standardizzato allo 0,3% ipericina) è stato utilizzato nei bambini tre volte al giorno per otto settimane, senza evidenza di beneficio.

Per la depressione, l’erba di 150-1,800 milligrammi di San Giovanni è stata presa per via orale una volta al tre volte al giorno per un massimo di otto settimane.

Questi usi sono stati testati negli esseri umani o animali. La sicurezza e l’efficacia non sono sempre stati dimostrati. Alcune di queste condizioni sono potenzialmente gravi e dovrebbero essere valutati da un operatore sanitario qualificato.

logica di classificazione

Gli usi di seguito si basano sulla tradizione o teorie scientifiche. Spesso non sono stati accuratamente testati negli esseri umani, e la sicurezza e l’efficacia non sono sempre stati dimostrati. Alcune di queste condizioni sono potenzialmente gravi e dovrebbero essere valutati da un operatore sanitario qualificato.

iperico può interferire con il modo in cui il corpo processi diversi farmaci che utilizzano il sistema di enzimi del fegato “citocromo P450”. Di conseguenza, i livelli di questi farmaci possono essere aumentati nel sangue (causando un aumento degli effetti collaterali negativi o) o diminuzione nel sangue (che può ridurre gli effetti). Esempi di farmaci che possono essere interessati da erba di San Giovanni in questo modo includono carbamazepina, ciclosporina, irinotecan, midazolam, nifedipina, simvastatina, teofillina, warfarin, o farmaci anti-HIV come gli inibitori non nucleosidici della trascrittasi inversa (NNRTI) o inibitori della proteasi ( PI). Gli Stati Uniti Food & Drug Administration (FDA) suggerisce che i pazienti con HIV / AIDS che assumono PI o NNRTI devono evitare di assumere erba di San Giovanni.

erba di San Giovanni può alterare il rischio di sanguinamento quando assunto con farmaci che aumentano il rischio di sanguinamento. Alcuni esempi includono l’aspirina, anticoagulanti ( “fluidificanti del sangue”), come il warfarin (Coumadin) o eparina, farmaci anti-piastrinici come il clopidogrel (Plavix), e farmaci non steroidei anti-infiammatori, come l’ibuprofene (Motrin®, Advil ®) o naprossene (Naprosyn®, Aleve®).

erba di San Giovanni può alterare i livelli di zucchero nel sangue. Si consiglia cautela quando si usano farmaci che possono anche alterare lo zucchero nel sangue. Le persone che assumono farmaci per il diabete per via orale o di insulina devono essere attentamente monitorati da un professionista sanitario qualificato, tra cui un farmacista. regolazioni farmaco può essere necessario.

I sintomi della menopausa

erba di San Giovanni può influenzare la pressione sanguigna. Si consiglia cautela nelle persone che assumono farmaci che influenzano la pressione sanguigna.

Il dolore neuropatico

erba di San Giovanni può anche interagire con gli agonisti 5HT1 (triptani), agenti per gli occhi, agenti per la pelle, gli agenti per lo stomaco e l’intestino, gli agenti che colpiscono il sistema nervoso, gli agenti che agiscono sul sistema immunitario, gli agenti che danneggiano il fegato , anestetici, agenti di alcool, anti-ansia, antibiotici, antidepressivi, antifungini, antistaminici, agenti anti-infiammatori, agenti antitumorali, antipsicotici, farmaci antiretrovirali, agenti antivirali, benzodiazepine, bloccanti dei canali del calcio, carbamazepina, glicosidi cardiaci, Chlorzoxazone, colesterolo agenti, clozapina, contraccettivi, corticosteroidi, ciclosporina, destrometorfano, digossina, farmaci che possono abbassare la soglia di sequestro, gli estrogeni, gli agenti di fertilità, fexofenadina, agenti dei tassi che regolano cardiaci, epatotossine, inibitori della HMG-CoA reduttasi, agenti ormonali, loperamide (Imodium® abbassamento ), metilfenidato, inibitori della monoamino-ossidasi (MAO), stabilizzatori dell’umore, morfina, inibitori non nucleosidici della trascrittasi inversa (NNRTI), omeprazolo, oppiacei, antidolorifici, PDE5 inibitori selettivi, farmaci P-glicoproteina-regolamentati, agenti fotosensibilizzanti, inibitori della proteasi, sedativi, inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI), agenti per smettere di fumare, il testosterone, teofillina, ormoni tiroidei, antidepressivi triciclici (TCA), il Viagra, gli agenti di perdita di peso, la guarigione della ferita agenti, zolpidem.

iperico può interferire con il modo in cui il corpo processi di erbe e integratori che utilizzano il sistema di enzimi del fegato “citocromo P450”. Di conseguenza, i livelli di queste erbe e integratori possono essere aumentate nel sangue (che causa un aumento degli effetti o potenzialmente gravi reazioni avverse) o diminuiti nel sangue (che può ridurre gli effetti previsti).

erba di San Giovanni può alterare il rischio di sanguinamento quando prese con erbe e integratori che si ritiene di aumentare il rischio di sanguinamento. Più casi di sanguinamento sono stati riportati con l’uso di Ginkgo biloba, e un minor numero di casi con aglio e saw palmetto.

erba di San Giovanni può alterare i livelli di zucchero nel sangue. Si consiglia cautela quando si utilizza erbe o integratori che possono anche alterare lo zucchero nel sangue. i livelli di glucosio nel sangue possono richiedere il controllo, e le dosi possono avere bisogno di regolazione.

erba di San Giovanni può influenzare la pressione sanguigna. Si consiglia cautela in persone che prendono erbe e integratori che influenzano la pressione sanguigna.

erba di San Giovanni può anche interagire con l’alcol, anestetici, erbe anti-ansia e integratori, antibatterici, erbe antidepressivi e integratori, antifungini, antistaminici, erbe anti-infiammatori e integratori, erbe antitumorali e integratori, antiossidanti, antipsicotici, erbe antivirali e supplementi , glicosidi cardiaci, agnocasto, per abbassare il colesterolo erbe e integratori, contraccettivi, erbe fertilità e integratori, erbe tasso di regolazione di cuore e integratori, erbe e integratori per gli occhi, le erbe e integratori per la pelle, erbe e integratori per lo stomaco e l’intestino , erbe e integratori che colpiscono il sistema nervoso, erbe e integratori che agiscono sul sistema immunitario, le erbe e integratori che danneggiare il fegato, erbe e integratori che soglia convulsiva più bassa, erbe ormonali e integratori, ferro, melatonina, inibitori della monoamino-ossidasi (MAO) , stabilizzatori dell’umore, erbe neurologiche e integratori, antidolorifici, P-glicoproteina-regolata erbe e integratori, fotosensibilizzanti erbe e integratori, fitoestrogeni, sedativi, inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI), le erbe per smettere di fumare e integratori, ormoni tiroidei, antidepressivi triciclici ( TCA), valeriana, erbe di perdita di peso e integratori, avvolto erbe e integratori di guarigione.

Questa informazione si basa su una monografia curata livello professionale e peer-reviewed dai collaboratori alla collaborazione Naturale di ricerca standard ().

Il disturbo ossessivo-compulsivo (OCD)

metodologia monografia

Dolore (sindrome della bocca che brucia)

Adhyperforin, Amber touch-and-guarire, aminoacidi, arnica dei nervi, del balsamo-di-guerriero ferita, balsana, Bassant, Blutkraut, bossant, Calmigen®, corancillo, dendlu, scorge del diavolo, Eisenblut, Flor de São João, flavonoidi , fuga Daemonum, hartheu goatweed, heofarigo su, herba de millepertius, herba Hyperici, Herrgottsblut, Hexenkraut, hierba de San Juan (spagnolo), hipericão (portoghese), HIPERICO (spagnolo), hipericon, HP, iperforina, ipericina, estratto di iperico ZE 117, Hypericum perforatum L, isorhamnetin, Jarsin, Johanniskraut, erbaccia klammath, Liebeskraut, LI 160, LoHyp-57, impianto di meraviglia del Signore Dio, la melatonina, millepertius pelicao, naphthodianthrones, procianidine oligomeriche, perforare, phloroglucinols, Pinillo de oro, PM235, pseudoipericina , quercetina, colofonia rosa, rutina, Sedariston®, iperico, iperico estratto LI 160, WS iperico 5572, STW 3-VI, tenturotou, Teufelsflucht, toccare e guarire, Walpurgiskraut (tedesco), erba di witcher, WS® 5570, WS 5572, WS 5573, xantoni, ZE117.

Il sollievo dal dolore (dopo l’intervento chirurgico)

La statunitense Food and Drug Administration non strettamente regolamentare erbe e integratori. Non vi è alcuna garanzia di forza, la purezza o la sicurezza dei prodotti, e gli effetti possono variare. Si deve sempre leggere le etichette dei prodotti. Se si dispone di una condizione medica, o se sta assumendo altri farmaci, erbe o integratori, si dovrebbe parlare con un operatore sanitario qualificato prima di iniziare una nuova terapia. Consultare un medico immediatamente se si verificano effetti collaterali.

La sindrome premestruale (PMS)

Disturbo affettivo stagionale (SAD)

Evitare in persone con allergia nota o sensibilità alla erba di San Giovanni o ad uno qualsiasi delle sue parti.

reazioni cutanee allergiche poco frequenti, tra cui eruzioni cutanee e prurito, sono stati segnalati.

La vasta ricerca supporta l’uso sicuro di erba di San Giovanni per una breve durata (<3 mesi) alle dosi raccomandate nei soggetti che non hanno altra assunzione di farmaci. erba di San Giovanni può causare ansia, mal di testa, crampi muscolari, sudorazione, debolezza, secchezza delle fauci, o di irritazione della pelle. Usare con cautela quando si utilizza erba di San Giovanni con farmaci metabolizzati dal citocromo P450, come è diminuita può verificarsi l'efficacia del farmaco. erba di San Giovanni può aumentare il rischio di fotosensibilità. Usare con cautela nelle persone con pelle sensibile o quelli che prendono farmaci fotosensibilizzanti. erba di San Giovanni può aumentare il rischio di sindrome serotoninergica. Usare con cautela nelle persone che assumono farmaci che aumentano il rischio di sindrome serotoninergica. erba di San Giovanni può provocare il flusso mestruale alterato, sanguinamento, gravidanze indesiderate, e variazioni del livello ormonale. Usare con cautela nelle donne che assumono contraccettivi o altri agenti di estrogeni per via orale. erba di San Giovanni può alterare i livelli di farmaco. Usare con cautela in persone che prendono gli agenti per le infezioni batteriche o fungine, agenti per la disfunzione erettile, gli agenti ansiolitici, antistaminici, agenti di fertilità, gli agenti P-glicoproteina, antidolorifici, o teofillina. erba di San Giovanni può causare mania o psicosi. Usare con cautela nelle persone con malattie mentali e quelli che assumono antipsicotici. erba di San Giovanni può cambiare il modo di zucchero viene elaborato nel corpo. Usare con cautela nelle persone con diabete o in quegli agenti anti-diabetici che assumono. erba di San Giovanni può causare elevati livelli di ormone stimolante la tiroide (TSH). Usare con cautela nelle persone con disturbi della tiroide o quelli che utilizzano ormoni tiroidei. Usare con cautela nelle persone con cataratta, a causa della potenziale associazione tra l'erba e la cataratta un elemento di San Giovanni. erba di San Giovanni può causare bruciore di stomaco, perdita di appetito, diarrea, nausea, vomito e costipazione. Usare con cautela in persone con problemi di stomaco e l'intestino. erba di San Giovanni può causare danni al fegato. Usare con cautela in persone con problemi di fegato o di quelli trattati con agenti che danneggiano il fegato. erba di San Giovanni può alterare la pressione sanguigna e causare un aumento o irregolare frequenza cardiaca. Usare con cautela nelle persone con pressione alta o anomalie del ritmo cardiaco. erba di San Giovanni può provocare gonfiore. Usare cautela in persone soggette a gonfiore. disturbi della pelle Smettere di fumare erba di San Giovanni può provocare vertigini, stanchezza, insonnia, problemi con il sistema nervoso, formicolio o formicolio della pelle, e dolore neuropatico. Usare con cautela nelle persone che assumono farmaci che agiscono sul sistema nervoso. erba di San Giovanni può abbassare la soglia convulsiva. Usare con cautela nei soggetti con crisi epilettiche, e farmaci che possono abbassare la soglia epilettica. erba di San Giovanni può abbassare il colesterolo concentrazione di farmaco e può aumentare il colesterolo. Usare con cautela in persone con colesterolo alto e coloro che prendono gli agenti ad abbassare i livelli di colesterolo. erba di San Giovanni può stimolare il rilascio di alcuni ormoni. Usare con cautela con agenti ormonali. Evitare in persone con allergia nota o sensibilità alla erba di San Giovanni o ad uno qualsiasi delle sue parti. Erba di San Giovanni ha una diminuzione dei livelli di farmaci per l'HIV / AIDS. Evitare nelle persone con HIV / AIDS che stanno assumendo gli inibitori della proteasi o di inibitori della trascrittasi inversa non nucleosidici, come suggerito dalla statunitense Food & Drug Administration (FDA). Erba di San Giovanni ha una diminuzione dei livelli di farmaci che sopprimono il sistema immunitario. Evitare nei soggetti sottoposti a trapianto e tenendo gli agenti che sopprimono il sistema immunitario (in particolare ciclosporina). Evitare nelle persone con pensieri suicidi. Fobia sociale Perdita di peso Guarigione delle ferite HIV La sindrome dell'intestino irritabile (IBS) Utilizza basata sulla tradizione o la teoria erba di San Giovanni ha portato in difficoltà indurre anestesia e relax. Evitare prima dell'intervento chirurgico. uso erba di San Giovanni con gli agenti di cancro può causare ridotta efficacia e fallimento del trattamento. Evitare in persone che utilizzano gli agenti di cancro. erba di San Giovanni può causare risultato in ridotta efficacia digossina. Evitare l'uso con glicosidi cardiaci come la digossina. erba di San Giovanni può diminuire l'efficacia di agenti che fluidificare il sangue. Evitare l'uso in persone con disturbi emorragici o in quelle che assumono farmaci che fluidificare il sangue. Evitare nelle donne in gravidanza e in allattamento a causa della mancanza di informazioni. Vi è una mancanza di prove scientifiche sull'uso di erba di San Giovanni durante la gravidanza o l'allattamento. Anyzewska M, Kowalczuk A, Lozak A, et al. Determinazione dei ipericine totali in erba di San Giovanni ei medicinali a base di erbe. Acta Pol.Pharm. 2010,67 (6):. 586-592; Bitran S, Farabaugh AH, Ameral VE, et al. Fare i primi cambiamenti nella HAM-D-17 ansia / somatizzazione articoli fattore influenzano l'esito del trattamento tra i pazienti ambulatoriali depressi? Confronto di due studi controllati di iperico (Hypericum perforatum) contro un SSRI. Int.Clin.Psychopharmacol. 2011,26 (4):. 206-212; Canning S, M Waterman, Orsi N, et al. L'efficacia di Hypericum perforatum (erba di San Giovanni) per il trattamento della sindrome premestruale: una, in doppio cieco, randomizzato, controllato con placebo. CNS.Drugs 2010,24 (3):. 207-225; Clewell A, Barnes M, Endres JR, et al. L'efficacia e la valutazione della tollerabilità di un topico formulazione contenente solfato di rame e Hypericum perforatum su pazienti con lesioni erpetiche: un comparativo, randomizzato e controllato. J.Drugs Dermatol. 2012,11 (2):. 209-215; Couldwell WT, Surnock AA, Tobia AJ, et al. Uno studio di fase 1/2 di ipericina sintetica somministrato per via orale per il trattamento dei gliomi maligni ricorrenti. Cancro 11-1-2011,117 (21):. 4905-4915; Ghazanfarpour M, Kaviani M, Asadi N, et al. perforatum Hypericum per il trattamento della sindrome premestruale. Int.J.Gynaecol.Obstet. 2011,113 (1):. 84-85; Hojo Y, Echizenya M, Ohkubo T, et al. Interazione farmacologica tra iperico e zolpidem in soggetti sani. J.Clin.Pharm.Ther. 2011,36 (6):. 711-715; Laakmann E, Grajecki D, Doege K, et al. Efficacia di Cimicifuga racemosa, Hypericum perforatum e Agnus castus nel trattamento dei disturbi della menopausa: una revisione sistematica. Gynecol.Endocrinol. 2012,28 (9):. 703-709; Najafizadeh P, Hashemian F, Mansouri P, et al. La valutazione degli effetti clinici di attualità erba di St Johns (Hypericum perforatum L.) nel tipo di psoriasi a placche vulgaris: uno studio pilota. Australas.J.Dermatol. 2012,53 (2):. 131-135; Rook AH, Legno GS, Duvic M, et al. Uno studio di fase II controllato con placebo della terapia fotodinamica con ipericina attualità e visibile irradiazione di luce nel trattamento del linfoma cutaneo a cellule T e la psoriasi. J.Am.Acad.Dermatol. 2010,63 (6):. 984-990; Saito YA, Rey E, Almazar-Elder AE, Harmsen WS, et al. A, in doppio cieco, controllato con placebo randomizzato di erba di San Giovanni per il trattamento della sindrome dell'intestino irritabile. Am.J.Gastroenterol. 2010,105 (1):. 170-177; Samadi S, T Khadivzadeh, Emami A, et al. L'effetto di Hypericum perforatum sulla guarigione della ferita e cicatrice cesareo. J.Altern.Complement Med. 2010,16 (1):. 113-117; Sarris J, Panossian A, Schweitzer I, et al. medicina di erbe per la depressione, l'ansia e l'insonnia: una revisione della psicofarmacologia ed evidenza clinica. Eur.Neuropsychopharmacol. 2011,21 (12): 841-860; Singer A, Schmidt M, Hauke ​​W, et al.. La durata della risposta dopo il trattamento di depressione lieve e moderata con iperico estratto STW 3-VI, citalopram e placebo: una rianalisi dei dati provenienti da uno studio clinico controllato. Fitomedicina. 6-15-2011,18 (8-9): 739-742; Tardivo JP, Wainwright M, e Baptista MS.. Locale phototreatment clinico di infezione da herpes a San Paolo. Photodiagnosis.Photodyn.Ther. 2012,9 (2): 118-121. Questa monografia evidence-based è stato preparato dalla collaborazione Natural Research standard