formazione roditori a fiutare tb

Intelligente, docile, e duro lavoro, gigante africano pouched ratti uno giorno possono svolgere un ruolo nella diagnosi di tubercolosi. theernment concessionario Bart Weetjens, M.Sc., e colleghi in Tanzania, Africa, si stanno allenando Cricetomys gambianus ratti di reagire a Mycobacterium tuberculosis (Mtb), i batteri che causano la tubercolosi. Nei primi test, i topi addestrati correttamente identificati Mtb contenenti campioni a tassi paragonabili a tecniche diagnostiche standard. I roditori anche lavorato in fretta; un topo può fiutare la sua strada attraverso 140 campioni in soli 15 minuti, i ricercatori hanno trovato. Ciò a fronte bene con il metodo diagnostico standard in cui addestrato i tecnici utilizzano un microscopio per esaminare espettorato, in genere, un tecnico in grado di valutare circa 40 campioni al giorno. (Espettorato è qualsiasi materiale dai polmoni, trachea, bronchi o espulsi attraverso la bocca con la tosse.)

Utilizzando topi per rilevare la tubercolosi è una conseguenza di un precedente progetto che coinvolge il signor Weetjens e un team di ricercatori belgi e Tanzania. Nel precedente lavoro, i ratti sono stati addestrati per rilevare vapori emessi dalle mine. Questo perché, anche se pendere la bilancia a circa 3 chili, gigante africano pouched ratti sono troppo leggeri per innescare una esplosione di una mina. Il successo del progetto precedente ha portato la squadra a modificare la formazione regime, invece di vapori delle mine, i ratti sono stati addestrati a reagire ai composti organici volatili prodotte dai batteri della tubercolosi.

Nel loro studio pilota, la prima squadra addestrato 20 ratti per fiutare lungo una fila di 10 contenitori con coperchio che sono stati scoperti in sequenza dagli sperimentatori. I ratti hanno ricevuto una ricompensa in cibo quando hanno imparato a mettere in pausa per 5 secondi, in qualsiasi contenitore Mtb azienda. I ratti più performanti hanno ricevuto una formazione supplementare e hanno imparato a reagire a campioni di espettorato umani TB-positivi che erano stati raccolti (e resi non infettive attraverso la sterilizzazione) da diversi centri di trattamento TB in Tanzania.

Dopo 6 mesi di formazione, i ratti potrebbero affidabile distinguere tra espettorato TB-infetti e non infetti espettorato. In un periodo di 71 giorni, 3 ratti addestrati sniffati quasi 10.000 campioni di espettorato. La sensibilità (il tasso al quale i ratti identificato correttamente campioni Mtb-positivi) era 86 percento, mentre la specificità (il tasso al quale i ratti correttamente esclusi campioni Mtb-negativi) era 89 percento.

I ricercatori hanno anche scoperto che i ratti potessero rilevare batteri della tubercolosi, anche in campioni che erano stati precedentemente valutati da valutatori umani come negativo per Mtb. Questo suggerisce, dicono i ricercatori, che i ratti addestrati possono essere in grado di rilevare tubercolosi polmonare in una fase molto precoce della malattia. Questo ha importanti implicazioni per la salute pubblica, si aggiunge, in quanto circa il 55 per cento dei casi di tubercolosi in Tanzania sono inosservato attraverso tecniche di sorveglianza standard e la diagnosi precoce e il trattamento potrebbe ridurre al minimo la diffusione della tubercolosi ad altre persone.

Se questi primi risultati sono confermati attraverso ulteriori ricerche, gli scienziati prevedono squadre di formatori e “ratti dottore” un viaggio in luoghi in tutta la Tanzania per eseguire il rilevamento caso TB veloce e preciso.